PRIMO MARELLA GALLERY
Amani Bodo - Unveiling the enigma and the surreal

Amani Bodo - Unveiling the enigma and the surreal

12 marzo - 31 dicembre 2021

L'artista Amani Bodo, figlio del noto artista Pierre Bodo, ha iniziato a dipingere all'età di 10 anni. Nel 2020 la Galleria Primo Marella ha presentato la mostra Africa Universe. Capitolo 3, L'arte dei narratori. La continuazione della tradizione: da Chéri Cherin (1955, Repubblica Democratica del Congo) ad Amani Bodo, terza parte di una mostra collettiva, interamente dedicata all'Arte Africana Contemporanea. Questo capitolo era incentrato sugli artisti che sono stati associati alla School of Popular Painting di Kinshasa. Questo movimento artistico, inizialmente praticato su sacchi attaccati alla tela ed esposti per le strade, nasce negli anni Settanta del XX secolo nella capitale della Repubblica Democratica del Congo. Il movimento è stato descritto dagli artisti fondatori come qualcosa che viene dal popolo ed è per le persone, esprimendo così il loro interesse per l'immaginario derivante dalla vita quotidiana e dalla cultura popolare. La natura della Pittura Popolare, prevalentemente figurativa e descrittiva, è viscerale e complessa in quanto critica, spesso con una vena di cinismo e ironia, la vita sociale e politica della comunità africana. Amani Bodo prende spunto dalla vita popolare della sua terra natale. Tuttavia, a differenza di Chéri Cherin, Amani Bodo si discosta dalla rappresentazione in stile fumettistico a favore di una pittura metaforica e allegorica, ricca di simbolismo. Il linguaggio artistico di Amani Bodo è decisamente più innovativo ed evoluto di quello dei suoi maestri, essendo caratterizzato da una più profonda analisi psico-intellettuale e da una tecnica peculiare, ancora più complessa e dettagliata, chiamata in lingala “Mwangisa”, una sorta di “ gocciolante ”sulla tela. Lavorando su uno schema con misure predeterminate, il suo approccio alla pittura è quasi scientifico perché, Amani Bodo non usa le parole per spiegare la storia, come in un fumetto. Al contrario, l'artista crea immagini enigmatiche, spesso surreali, che devono essere lette e risolte direttamente dall'osservatore. Siamo lieti di condividere con voi alcuni suggerimenti sui suoi dipinti per aiutarvi a svelare l'enigma di Amani Bodo ...

Les oiseaux. Quelles technologies pour nourrir la planète?

Entro il 2050, fino a 10 miliardi di persone potrebbero vivere sulla Terra. Per poter nutrire e mantenere tutti avremo bisogno di nuove tecnologie, per creare, supervisionare e controllare tutte le attività agricole che serviranno al sostentamento universale. Per fare questo dovremo sfruttare il cervello, che è il database, l'archivio di tutte le informazioni, l'input che può generare e ideare una soluzione migliore e vincente per tutelare l'essere umano e la natura, sfruttando i nuovi strumenti tecnologici a disposizione.

 Le rêve du président

“Il personaggio nel dipinto sono io. Questo è un sogno, è un'illusione, è un desiderio. Ma la realtà è un'altra cosa. Tutti hanno un sogno. La vita non ci offre tutto ciò che vogliamo. La vita non regala mai niente. Devi lavorare per realizzare i tuoi sogni. Proprio come un povero che sogna di diventare Presidente della Repubblica e che, con i pantaloni sulle spalle e le ciabatte ai piedi, sogna e immagina di indossare un abito elegante ”. Amani Bodo

Tout flatteur vit aux dépens de celui qui l'écoute