PRIMO MARELLA GALLERY
Abdoulaye Konaté - Symphony of colours

Abdoulaye Konaté - Symphony of colours

03 marzo - 31 dicembre 2021

Combinando l'estetica del locale con l'argomento globale, Abdoulaye Konaté crea installazioni tessili su larga scala utilizzando abiti tessuti e tinti, materiali originari della sua terra natale, il Mali. I quadri astratti e figurativi di Konaté esplorano sia il linguaggio estetico che le diverse questioni socio-politiche e ambientali. Facendo riferimento alla tradizione dell'Africa occidentale dell'uso dei tessuti come mezzo di comunicazione, l'artista bilancia le questioni globali con un riferimento intimo alla propria vita e al proprio paese.
 
Il suo lavoro spesso mette in discussione i modi in cui le società e gli individui sono stati influenzati da fattori come la guerra, la lotta per il potere, la religione, la globalizzazione, i cambiamenti ecologici e l'epidemia di AIDS.
 
Le sue opere sembrano arazzi: il più delle volte sono composti da nastri di cotone a strati e ricamati a mano. I colori giocano un ruolo importante e la scelta dipende non solo dalla composizione che ha in mente ma anche dal significato simbolico: se usa il rosso è possibile che si riferisca alla violenza, il bianco ha una connotazione più positiva, il nero si riferisce alla morte, il giallo è sia la terra sotto che il cielo sopra.
 
Abdoulaye Konaté, ha studiato pittura prima all'Institut National des Arts di Bamako e poi all'Instituto Superior de Arte dell'Avana, Cuba, dove ha vissuto per diversi anni prima di tornare in Mali. Le mostre personali recenti includono Abdoulaye Konaté, Primae Noctis Art Gallery, Lugano, Svizzera, 2016; Abdoulaye Konaté, Arken Museum for Moderne Kunst, Copenhagen, Danimarca, 2016; Abdoulaye Konaté, Primo Marella Gallery, Milano, Italia, 2015; Abdoulaye Konaté, The World in Textile, Afrika Museum, Berg en Dal, Paesi Bassi, 2013; Abdoulaye Konaté, Galleria Primo Marella, Milano, Italia, 2013. Le opere di Konate sono presenti in molte prestigiose collezioni pubbliche e private, tra cui: Arken Museum for Moderne Kunst, Ishøj; Centre Pompidou, Parigi; Dak’Art, Biennale de l’Art Africain Contemporain, Dakar; Metropolitan Museum of Art, New York; Smithsonian Museum, Washington; Museo Stedelijk Amsterdam; Fondazione Blachère, Apt; Musée National du Mali, Bamako; Fondation Guy e Myriam Ullens, Ginevra; Fundação Sindika Dokolo o Gare do Oriente, Lisbona; Il Tang Teaching Museum, Saratoga Springs, tra gli altri.
 
Nel 2020 Abdoulaye Konaté presenta la sua installazione monumentale e site-specific "Idéogrammes, signes, symboles et logos (Hommage à Youssouf Tata Cissé et Germaine Dieterlen)" al BMW Atrium di Zeitz MOCAA. Nel 2020 Konaté è anche uno degli artisti invitati a partecipare alla mostra “Global (e) Resistance” al Centre Pompidou di Parigi, con una delle sue installazioni storiche, datata 1995-1996. Abdoulaye Konaté parteciperà alla 14a Dak’Art Biennale of Contemporary Art 2020. La Biennale avrebbe dovuto aprire la sua 14a edizione il 28 maggio, ma è stata rinviata a causa delle attuali restrizioni del Covid-19 in Senegal. Il 6 marzo 2021, Standing Pine a Nagoya presenta “The Diffusion of Infinite Things”, la prima mostra personale di Abdoulaye Konaté in Giappone (clicca qui per maggiori informazioni!) 
 
 
________
 
 
Non dimenticarti di visitare la mostra virtuale di Abdoulaye Konaté alla Primo Marella Gallery, clicca qui!